notizie di servizio.( X-fehler)

un-trasloco

Prima di tutto è da venerdì che faccio tanta fatica a caricare le foto.
Ma parlo di anche 6 minuti prima che la foto sia aggiuta ai media.
Pensavo fosse causa di firefox, ma ho visto che anche da safari ci sono gli stessi problemi…
Anche ora c’ha messo parecchio prima di aprire la pagina per pubblicare.
Voi Blogger avete riscontrato qualche problema?

Secondo.
Ieri siamo andati (io e Consorte)  Monaco insieme a dei nostri amici di Roma che si trovavano in Bavária per vacanze.
Abbiamo fatto il solito giro turistico che si fa quando si ha un giorno solo per visitare la città: la via pedonale principale, le chiese che si affacciano su di essa, il duomo, il municipio, mangiata canonica da HB, giro per altre chiese, mercato e giardino all’inglese fino alla pagoda giapponese.

Proprio qui è successo il patatrac.
In mezzo al giardino scorre L’Eisbach creando delle bellissime insenature.
Ieri a Monaco facevano 33 gradi. Il giardino era piena di gente in costume che si faceva il bagno o addirittura si faceva trasportare dalla corrente fino diversi metri oltre le rapide.
Insomma per farla breve: vediamo un laghetto, con tanta gente intorno, ci viene voglia anche a noi di mettere i piedini dentro…
Solo che io presa dalla “foga”, mi levo le scarpe, ed invece di sedermi sul bordo e poi inserire i piedini, vedendo che è molto basso, ci entro direttamente con i piedi, peccato che il fondale era reso viscoso dalle alghe, e ci scivolo rovinosamente dentro!
La prima cosa di cui mi sono preoccupata è stata il cellulare…
Ho immediatamente lanciato la borsa, che avevo a tracolla, sull’asciutta terra, ma tipo un lancio di 7 metri!!!, che se alla prossima olimpiade facessero di questa una disciplina credo che ne deterrerei il record.
Tutto mentre ancora mi trovavo in mezzo al laghetto con le parepelle che mi nuotavano intorno, come se io lì dentro, ci fossi nata!!!
Quando mi sono alzata mi sono accorta contemporaneamente che: avevo divertito con il mio “fuori programma” almeno 60 persone e che ero caduta molto male sul ginocchio destro.
Dopo essermi alzata ed aver salutato con la manina tutti gli spettatori, mi sono seduta finalmente dove avrei dovuto sedermi da subito: sul bordo. Timidamente una ragazza che si trovava vicino a me, mi disse che da che si trovava seduta lì, io ero la seconda persona che cadeva nello stesso modo.
Pensavo che, molto gentilmente, volesse con questa bugia, rassicurarmi dalla figuraccia appena fatta… ma effettivamente dopo neanche 5 minuti che stavo lì, un’altra persona ha fatto il mio stesso volo!!!
Insomma tutto questo per dirvi che: ieri fino a che camminavo, zoppicavo leggermente; oggi non sono quasi riuscita a scendere dal letto. Andare fino in bagno è stato un incubo ( non saranno neanche 2 metri dal letto) quando sono finalmente arrivata alla soglia della porta, sudavo!
Ora mi trovo nel mio letto con la gamba anestitizzata dal ghiaccio, a cui intevallo della crema specifica locale e un antidolorifico.

Avere una casa a due piani, in questi casi è un bel problema. Il consorte mi ha portato la colazione, i vari sacchetti del giaccio ed anche del pane e formaggio per pranzo, ma se poco poco stasera voglio mangiare qualcosa di decente, mi devo fare coraggio ed aggrapparmi al corrimano delle scale: ho anche pensato che alle brutte scendo seduta!!!

Vabbè vi ho aggiornati.
Spero di stare meglio domani e riuscire a bloggare.
buona serata

come-curare-un-ginocchio-infiammato_326dfd7b6d63a834c672365f58f0edaa

Annunci

Buon fine settimana!

A lunedì

Occhioni belli

cm_20150728_5358_034

“Perché tieni in mano la mia merendina?”

cm_20150717_5339_057

Le buon maniere prima di tutto!

cm_20150714_5329_038