Aggiornamenti vari: casa , trasloco, immondizia.

un-trasloco

Sono quasi due mesi che non scrivo nulla.
Non perchè non abbia fatto nulla e di conseguenza, non abbia nulla da raccontare, anzi, proprio il contrario.
Ci sono così tante cose da dire che farò solo un sunto molto sommario.
Sono andata a Roma, nella settimana più calda dell’estate 2015, e mentre dentro casa facevano 42 due gradi io stavo a fare i pacchi per il trasloco!
Come numero sono arrivata quasi ad 80 ed ancora non ho finito.
un paio di foto del casino dei primi giorni…

IMG_8855 IMG_8856
Devo tornare in Italia verso la fine di Settembre per: finire i pacchi, far caricare la roba dalla ditta di traslochi e fare il rogito della casa.

Insomma mi si presenta un’altro mese bello pesante.
Se ho della malinconia?
Assolutamente no!
La casa dove ho vissuto per circa 11 anni era molto carina, soprattutto la vista mozzafiato sulla tenuta di Castel Porziano, e non c’è stato un tramonto che non fosse una vera opera d’arte.
Ma oltre a questo, non rimpiago nulla di quel condomìnio di “merda”.
Odio i condomìni, ma soprattutto odio certi condòmini… e lì ce ne erano molti di quei “certi condòmini”.
Per non parlare dell’amministratore ventennale che è scappato con 80 milaeuro e c’ha lasciato nella cloaca più puzzolente del mondo!!! Ancora stiamo pagando rate “straordinarie”, pur se già pagate con tanto di bolletino postale che potrebbe far fede.
Lasciamo perdere.
Quindi alla domanda: sei nostalgica?
Io dico: No.
Non vedo l’ora di lasciarmi tutto alle spalle.
E poi le persone che comprano casa, mi sembrano proprio delle belle persone, che sapranno apprezzare al meglio ciò che di bello “visivamente” la casa gli offrirà.

Degrado.
Ogni volta che torno a Roma la trovo sempre più degradata.
Avendo fatto un trasloco, naturalmente ci sono state tantissime cose da buttare.
Da brava cittadina ho fatto diversi viaggi verso l’isola ecologica di Mostacciano per buttare tutto quello che non si può buttare nei cassonetti: sedie/ mobiletti piccoli/ tv/ oggetti elettronici/ oli/ batterie/ etc etc.
e naturalmente abbiamo anche buttato nella carta la carta e nel vetro il vetro e nella plastica la plastica.
Faccio queste specificazioni logiche perchè di logico a Roma c’è ben poco.
I cassonetti erano pieni di cose che non dovevano esserci.
Il Romano proprio non ci riesce ad essere disclipinato, e dove arriva ( raramente ) lui ci pensano gli zingari a fare uno schifo!!!
Noi gettavamo l’immondizia? dopo 4 minuti c’era la zingarella con una carrozzina sfondata, che andava ad aprire le buste chiuse e faceva, sulla strada, la cernita di quello che le poteva servire e quello che non le interessava.
Tutto questo in mezzo la strada, e soprattutto, lasciando in mezzo alla strada gli oggetti censiti!
Quindi praticamente, io mi ritrovavo, dopo pochi minuti che scendevo con un ‘altra busta da buttare, con tutta la mia roba in mezzo alla strada!!! Un vero schifo.
In tutto questo però vorrei dire una cosa positiva che ho visto: ogni giorno, se non addirittura 2 volte al giorno passava il camion dell’Ama ( nettezza urbana capitolina) e c’erano sempre degli uomini con pala e scopa che raccoglievano tutto.
Questo va detto, ne sono stata meravigliata, alla fineanche se per soli pe 5 minuti ,prima che la zingara agguantasse un’altra busta per fare la sua cernita, la strada era pulita…

Annunci

Una Risposta

  1. Dai che ci sei!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: