libri letti.

un-trasloco7.jpg

copj170.asp.jpg
Questo libro è stata una vera scoperta.
Scritto benissimo, è un libro che parla della vita, dal punto di vista di un uomo di più di 70 anni che non è che si sia sempre comportato bene, soprattutto nei confronti della propria famiglia. Un uomo forse immaturo, forse pavido, che non è mai riuscito ad essere felice, fino quando capisce che non è che ci sia ancora tutto questo tempo, ed in qualche modo cambia modo di rapportarsi con gli altri.
Io l’ho trovato divertente e triste insieme, proprio com’è la vita.
Lo consiglio.

6836-603-2_fce57c3eb0232ed30ff30a79e6e10452.jpg
Questo libro lo presi, spinta dall’onda “Lie to me“(telefilm che ho amato!)
il libro è, per unsare un eufemismo piuttosto conosciuto dai fan di Fantozzi, una cagata pazzesca!
Sarà che queste cose le avevo studiate anche all’università, sarà che si rifaceva a testi due 200 anni fa, insomma, inconsistente e poco utile.
A questo punto ci potevano aggiungere anche un mazzo di tarocchi…

copj170.asp.jpg
Lo sapete che ogni tot libri seri, ci metto in mezzo un libro di quelli che mi vergogno anche solo a dirvelo!
In questo caso ho voluto leggere un must del genere: Jackie Collins.
Dei quasi 40 libri da lei scritti non avevo letto nulla, di conseguenza dovevo colmare questa lacuna.
Il libro è: illeggibile!… sempre per il mio modesto parere.
Donne fichissme, uomini ricchissimi, sesso, droga, bene, male… insomma la fiera del prevedibile.
Non perdete tempo, non leggetelo.

copj170.asp.jpg
Questo libro mi è stato suggerito dal Consorte.
Non l’avrei letto se fosse stato per me, ed avrei fatto male!
Libro bello, ben scritto, che scorre veloce.
E se un libro ti fa venire un nervoso tremendo leggendo quello che passa il protagonista, credo proprio che sia anche riuscito.
Sinceramente ho concluso la lettura con un amaro in bocca, tipico di quando faccio( ahimè quotidianamente) la rassegna stampa di quello che succede in Italia.
Bel libro, comico ma che fa riflettere molto.

41j+yQyaeuL._SX331_BO1,204,203,200_.jpg
Questo libro l’ho comprato perchè è scritto da una bravissima insegnate blogger che “conosco” ormani da quasi 10 anni.
Ero molto curiosa, dopo aver visto questo video di un attrice che legge una sua storia.
Lei scrive molto bene, si vede che è abituata a trattare con chi non sa.
Il libro è una carrellata di storie di personaggi famosi dell’antichità.
Riesce, a rendere attuale anche chi ormai non sta su questo mondo da più di due mila anni.
Bello ed interessante per chi ama  storie ed aneddoti di alcuni dei personaggi che fecero la differenza tra gli antichi greci, e gli antichi romani.

copj170.asp.jpg
Questo è l’ultimo libro di Camilla Lackberg , non mi è piaciuto .
Sarà forse perchè sono storie e la scrittice Erica Falck e il poliziotto Patrik Hedström fanno solo da cornice. No proprio, no.

copj170.asp.jpg
No proprio no.
Come già sicuramente vi ho detto, mi sono imposta la regola delle 50 pagine.
Almeno devo leggere 50 pagine di un libro che non mi piace, perchè magari lo scrittore è semplicemente prolisso e il clou arriva un pò più tardi.
Questo l’ho sospeso a pagina 38!
Non ho gradito l’idea dell’angelo custode che risponde scrivendo delle lettere.
A pagina 20 avevo già il latte ale ginocchia.
A pagina 30 avevo già capito come andava a finire.
A pagina 38 ho avuto un moto di ribellione e volevo buttare il lettore violentemente con tro il muro…
Ho deciso di desistere.
Strano perchè a me  il precendente libro di Gramellini m’era molto piaciuto.
PS: poi ho chiesto su fb, a chi il libro l’aveva letto e gli era pure piaciuto, se le mie ipotesi sul decorso del libro fossero esatte… lo erano!!!

copj170.asp.jpgcopj170.asp.jpg
Questi due libri li metto vicini perchè sono uno il proseguimento dell’altro.
Leggendo il titolo pensavo fosse un libro “fantasy”.
Dove “strega” simboleggiasse l’arte della stregoneria… in questo caso “strega” è il diverso.
Molto belli questi due libri, il secondo, a mio avviso perde parecchio, ma posso giustificare il motivo.
Libro ricco di storia americana, ricco di soprusi fatti dagli “americani” ai veri americani, gli unici americani: gli indiani.
Mi ha colpito e piaciuto, addirittura commuovendomi.

copj170.asp.jpg
Libro da cui hanno tratto il film.
Adoro quando i sogni di un NN diventano il sogno americano.
Questo sconosciuto  scrittore aveva pubblicato a puntate questo libro sul suo blog.
I suoi utenti, entusiasti del prodotto, gli hanno suggerito di pubblicarlo, e da qui è storia…Libro molto dettagliato, anche un rompipalle come mio marito, ha gradito e trovato competenti le nozioni di fisica, chimica, matematica descritte nel libro( io proprio quelle parti le ho saltate ah ah ah!).
Dopo aver letto il libro, che mi è piaciuto tantissimo, ho visto il film, che naturalmente mi ha deluso.
Poco tecnico, poco chiarificante.
Perfetto se visto subito dopo aver letto il libro, perchè ogni silenzio o cosa detta a metà trova la corrispondenza nel libro, con però altre 20 pagine di spiegazione.
Se non avessi letto il libro non avrei capito quanto bene effettivamente sia stato fatto il film, anche se lui solo, spurio, secondo il mio modesto parere, non è un bel film.

copj170.asp.jpg
Ebbene sì, adoro quest’uomo ( ed anche il padre)
Potrei stare ore vedere i loro documentari.
Leggevo questo libro e dentro la mia testa, lo leggevo con il suo tono di voce! ah ah ah
La storia di Pompei mi ha sempre affascinata, qualche anno fa lessi anche il libro di Harris in proposito, ma questo è più bello.
Ti affezioni ai personaggi reali, sperando fino alla fine che si salvi qualcuno… ahimè no.
Questo libro è un bellissimo documentario.
Se vi piace il genere, assolutamente da leggere.
PS: mi vergogno a dirlo, non sono mai andata a Pompei in vita mia.

copj170.asp.jpg
Mi sono imbattuta in questo libro, guardando un trailler di un film di fantascienza qui in Germania, si chiamava Die 5.Welle , ho subito voluto sapere tutto su questo film, scoprendo che in in Italia si chiama uguale : La quinta onda. e che è tratto da un libro.
L’ho subito cercato, trovato, letto.
Bello ma…
Primo “ma” è che il libro ha come protagonisti gli adolescenti, e non è che mi piacciano troppo questo genere di film, la causa  sarà sicuramente ormai la mia incapacità di immedesimarmi nei protagonisti
Il secondo “ma” è che questo libro è il primo di una trilogia, di cui è stato già pubblicato il secondo libro( che deve essere al più presto mio) ma che ancora è incompiuta…
Odio le cose a metà.
il terzo “ma” c’è il solito trito e ritrito triangolo amoroso, per di più complicato dall’amore di un alieno per un umano.
Comunque il libro è leggibile, ma non vi dimenticate i “ma”.

31RtTJsfZbL._BO1,204,203,200_.jpg
Il Consorte, sapendo la mia passione per le biografie mi ha consigliato questo libro, ed ha fatto bene anche questa volta.
Come non apprezzare e tifare per uno come Frank Abagnale?
Adoro i ladri gentiluomini, i truffatori che fanno i danni alle multinazionali e non alle persone.
Non avevo mai visto neanche il film ( un giorno vi narrerò della mia avversione verso Tom Hanks), recuperando appena chiusa l’ultima pagina del libro.
Bel libro, lo consiglio vivamente.

9788858632246_0_170_0_75.jpg
Bello, mi è piaciuto tantissimo, forse a mio avviso troppo dettagliato.
Alla fine, come sempre, mi viene un nervoso e mi domando quanto si debba essere fragili e forti per “uccidersi accidentalmente”.

copj170.asp
Altra biografia.
Molto ben fatta  e con tante cose interessanti che non conoscevo, per esempio che Maria Antonietta avesse portato l’apparecchio odontoiatrico per raddrizzare i denti!
Ha un’unica pecca: anche qui stiamo parlando di una trilogia… ed io ancora non ce l’ho!

 

 

 

 

Annunci

libro in lettura.

un-trasloco

in lettura:
copj170.asp.jpg
Stefano io lo leggo ormai da più di 30 anni.
Almeno un paio di finestre che ha a casa sua gliel’ho pagate io, e forse visto la sua “prolificità” direi che gli ho arredato anche il bagno piccolo, lavatrice compresa.
Onestamente, pur amandolo, non riesco a capacitarmi come sia possibile che lui riesca a scrivere un libro all’anno.
E’ vero che ormai si sa che i grandi autori hanno “eserciti” di ghostwriter, ma lui almeno almeno ce ne deve avere così tanti da poterci fare una guerra.
Non mi possa lamentare del tipo di romanzi, sono sempre carini, piacevoli da leggere, ma, come è fisiologico che sia, questi ultimi, non sono come i primi.
Io continuerò a leggerlo fin quando lui scriverà, dovesse iniziare a scrivere anche liste della spesa, per me Stefano rimarà sempre Stefano, tanto che ho una libreria intera con solo i suoi libri, racconti, biogrfie, audio libri ed anche quelli scritti con il suo pseudonimo: Richard Bachman.

Comunque non si preoccupasse: non sono la sua “fan numero uno”, mi sono sempre rifiutata di leggere la serie, la torre nera, che è iniziata nel 1982 ed ancora non si è conclusa. Quando la finirà, mi facesse un fischio e finalmente colmo questa lacuna.

Parliamo del libro: per ora mi trovo a pagina 121 di 430.
Credo che stia per iniziare la parte importante del libro.
Libro che, come tutti i suoi, praticamente si legge da solo; di quelli che non hai più una vita sociale normale fino a quando non lo finisci, perchè vuoi sapere cosa succederà nella pagina successiva.
L’unica cosa che posso dire è che c’è un collegamento a due libri fa: Mr. Mercedes.
Non nel senso (fino ad ora) che sia collegato come protagonisti, ma la scena iniziale del libro Mr. Mercedes, in questo libro viene vissuta in prima persona dal padre di uno dei protagonisti.

Non è un libro del genere Horror fantasy è più un romanzo con situazioni di orride realtà, purtroppo molto conosciute a noi ed alla nostra portata.
Vi farò sapere se mi è piaciuto o no.

ps: mi sono appena accorta che non ho mai mensionato Mr. Mercedes nel mio blog, mi sono dimenticato di recensirlo. Strano. Poichè sicuramente mi sono dimenticata di recensire anche altri libri, visto che di solito, sul mio lettore, ne ho sempre 4/5 da leggere.

 

Libri letti.

un-trasloco.jpg

copj170.asp.jpg

Questo è il terzo libro che ha come protagonista detective John Corey, anche questo libro si legge da solo! Veloce e scorrevole… dove i buoni vincono sempre, almeno nei libri.

copj170.asp

Libro pieno di spunti per riflettere.
Mi è piaciuto, lo consiglio a chi vuole cambiare la propria vita ma non sa da dove iniziare.

copj170.asp.jpg

Mi è piaciuto il primo (io che amo solo te), e mi è piaciuto anche il secondo… capisco benissimo perchè c’hanno fatto anche il film.

copj170.asp.jpg

Di questa autrice mi sono letta tutti i libri.
Diciamo che quest’ultimo ho faticato a finirlo, credo che sia successo qualcosa nella sua vita e i libri, secondo me, riflettono questo suo periodo buio.L’ho trovato molto triste e pesante.

copj170.asp.jpg

Per me “50 sfumature” era una palla assurda, sopravvalutato e sembrava scritto da una ragazzina di 15 anni… questo è anche peggio.
Tremo al pensiero che questa “gallina dalle uova d’oro” verrà spremuta, se ci va bene, almeno un’altra volta ancora, se non due.
Illeggibile.

copj170.asp.jpg

Genere Harmony: “lei bellissima che non sa di esserlo, lui divo che entra nel suo bar per scappare alle sue fans assatanate…”
Il libro va avanti per più di 700 pagine, sfiancante, per poi concludere in 10 pagine e tu ti dici: ” Ma come? siamo andati avanti per 690 pagine e poi finisce così?”

copj170.asp.jpg

Mi è piaciuto moltissimo.
Svolto nella seconda guerra mondiale, in Germania.
Non tutti i tedeschi erano con Hitler, e per quelli che non la pensavano come lui, c’era lo stesso trattamento con cui si procedeva con gli ebrei.
Da leggere e far leggere, soprattutto nelle scuole.

BIOGRAFIE
Devo fare una piccola premessa.
Ho scoperto di amare le biografie.
Di chiunque.
Adoro “impicciarmi” e naturalmente le biografie sono un modo per conoscere e capire le persone, i modi di pensare,  e forse comprendere i motivi per cui  sono quelle che sono.
Purtroppo non tutte le biografie sono scritte bene.
Nel senso che: spesso chi scrive la biografia è un “fan” del persona in questione e di conseguenza, con la sua esaltazione rende pesante, se non del tutto impossibile, riuscire a leggere senza preconcetti “tra le righe” della vita del personaggio.

copj170.asp.jpg

Bruce Springsteen non è un autore a me familiare.
Non conosco le sue canzoni, se non quelle famosissime, e non mi sono mai interessata a lui.
Questa biografia me l’ha fatto scoprire.
Nel senso che ogni volta che parlava di una determinata band o canzone, la andavo a cercare su google.
Quindi direi che sicuramente so molto di più ora che prima di lui, solo che… questo libro secondo me è proprio per appassionati, scritto da un appassionato.
Non sapevo che avesse avuto tutte queste band e fosse stato così prolifico: pure troppo.
Nel libro vengono messe ogni canzone, poesia, pensiero in musica, data del concerto, cambio di personaggi nella band e tutte le quisquiglie che riguardano in “Boss”( di Monopoli ah ah ah)… più di 500 pagine.
Io mi sono arresa alla 300 e passa.
Non ce l’ho fatta proprio.
PS: comuque era proprio un bel ragazzetto.

copj170.asp

Purtroppo anche di questa biografia non sono riuscita ad andare oltre alle prima 60 pagine.
Un vero peccato, perchè credo che la sua vita sia stata ricca e piena di eventri straordinari.
Anche qui, chi ha sbagliato, è stata la biografa.
Credo che fosse una cara amica e una sua grandissima ammiratrice, e di conseguenza ha “inquinato” il libro con una prosopopea ridicola, c’era troppa troppa enfasi nel narrare le vicende vissute dalla scienziata.
Mi sembrava di leggere  qualcosa scritto dall’istituto Luce su Mussolini nell’epoca del Fascismo. Non ce l’ho fatta!
Un vero peccato sprecare un occasione del genere, per far conoscere una grande donna.

copj170.asp.jpg

Veramente un libro scritto bene.
Ho scoperto diverse cose che non sapevo sulla vita delle due donne, le quali avevano tra di loro molte similitudini.
Libro interessante.

copj170.asp.jpg

Libro scritto veramente bene.
Avevo il terrore che fosse un elenco infinito dei punteggi delle sue partite, invece è un libro scritto in un modo molto intelligente.
Dove il personale è legato allo sportivo, ma che può essere letto anche da chi non ha mai guardato una partita di tennis in vita sua.
Io Andre Agassi l’adoravo.
Se mai mi sono avvicinata al tennis, negli anni 90, era solo per guardare lui. 🙂
Veramente un bel libro.

9788858506752_0_170_0_75.jpg

Anche questo come quello di Agassi è un libro scritto bene.
Che possono leggere tutti ed è alla portata anche di chi non ha mai seguito il tennis in vita sua.
Belle le storie che legano i vari tennisti ( di cui io neanche conoscevo e che ho cercato su google!), bella la parte privata.
Per curiosità sono andata a vedere anche le sue “sfuriate”: un vero matto!

copj170.asp.jpg

Emozianatissimo libro.
Da leggere solo se non si è molto depressi.
Parla dello tzunami del 26 dicembre 2004.Chi racconta la storia è una sopravvisuta.
Sopravvisuta a tutta la sua famiglia: genitori, marito e figli.
Straziante è leggere come forse, solo dopo 6 anni , riesca a trovare un modo per andare avanti…
Straziante è leggere tutti gli stadi della sua sofferenza.
Libro che non si dimenticherà mai.

 

 

 

 

 

Libri letti, genere: “Muschio Maschio”

un-trasloco

Quando mi piglia il momento ormonale è tremendo.
Voglio giustificarmi, sul fatto che, questi libri non li ho letti uno dietro all’altro, ma li ho letti negli ultimi 6 mesi: giustamente uno al mese, proprio in quei periodi dove siamo più isteriche 🙂
Questo è del genere che io chiamo “Muschio Maschio”.
Lui è sempre moro, alto, atletico, fico che sa di muschio maschio e lei è sempre bionda, dolce, innocente che puntualmente  gli dona la sua verginità!!!
lo so, questi non dovrebbero essere annoverati tra i libri, a Dante gli piglierebbe un accidente.
Però dei tanti che inizio e poi neanche finisco, perchè sono ugualissimi a tutti gli altri, questi cinque sono i meno peggio.
romanzi_1025

manifica preda

NOTTI-BOLLENTI_hm_cover_big

onceandalways

una proposta indecente

libri letti

un-trasloco

io rocco

Premetto che amo le biografie.
Penso che la vita di tutti sia sempre interessante, soprattutto se chi scrive è capace.
Quella di Rocco per me non è stata scritta da qualcuno di bravo o forse si è voluto “edulcorare” troppo sul suo “lavoro”
Leggendo questo libro ho avuto  la sensazione di leggere tante balle (non nel senso che pensate voi!!! ahahah ahahaha)
Alla fine si ha la sensazione che fare il porno attore sia uguale a fare un qualsiasi altro lavoro!
secondo me se fosse stato più onesto e meno desideroso di piacere a tutti i tipi di lettori, il libro sarebbe stato più interessante e vero.

La-versione-di-Mike

Mi è piaciuto tantissimo.
Non sapevo che il nostro Mike avesse vissuto quello che ha vissuto.
Ha conosciuto tutti quelli che contavano, sia in Italia che in America.
Era un latin lover (questa cosa è quella che mi ha maggiormente fatto sorridere!!!)  era una persona intelligente, all’avanguardia ed interessante.
Bel libro, lo consiglio a tutti.

la donna in gabbia 1battuta di caccia 2

il-messaggio-nella-bottiglia 3-adler-olsen.jpgpaziente 64 4

Questi libri me li ha fatti scoprire mia madre, che per caso si era imbattuta in un bel film in lingua originale ( danese) con sottotitoli, le era piaciuta la trama e mi ha chiesto di cercare di saperne di più sul google.
Cercando ho scoperto questi 4 libri ( sto aspettando con ansia il 5)
Molto ben scritti, mi piace respirare l’aria Copenaghen, una città che vorrei prima o poi andare a visitare.Sono dei gialli riguardanti una sezione di polizia che si chiama “Q” che tratta i cold case.
Mi piace e lo consiglio.

il metodo sticazzi

Non mi è piaciuto, tanto che non l’ho neanche finito.

Manuale-per-sopravvivere-agli-zombi
Mi sono accorta, anche guardando la mia libreria passata sul lettore, che quest’anno ho letto tantissimi libri di zombie.
Che sia una naturale evoluzione dopo anni di vampiri? ah ah ah non saprei
Comunque , se io sono strana, questo libro è stato scritto da uno più strano di me.
Lui ipotizza un ‘invasioni di zombi e descrive quali siano le armi migliori, i luoghi migliori, il cibo, l’attrezzatura da avere, per poter sopravvivere agli zombi. Un vero e proprio serissimo manuale… okkei..

World_War_Z_book_cover

proprio come dicevo sopra… questo è il libro da cui è stato tratto, in modo del tutto arbitrario, il film omonimo conosciuto soprattutto perchè c’era Brad Pitt.
il film faceva schifo, tranne per il fatto che ci fosse anche il nostro Pierfrancesco Favino

Il libro racconta le interviste che un giornalista fa a diverse persone nel mondo, interviste che trattano soprattutto su quando l’epidemia prese il sopravvento, e come i diversi stati del mondo erano (ma soprattutto non lo erano) prepatati ad una tale ecatombe…
A metà libro mi sono scocciata e sono passata ad un altro.

mangia-crepa-ama- 3petersen-multiplayer-280x420

Anche qui sempre di zombie si tratta!
Questa è il terzo volume dell’autrice, il primo era “finchè zombie non ci separi”, e il secondo era “gli acchiappazombie”.
Carino come i primi tre.
Molto divertente. Lo consiglio a chi ama il genere.

notte fatale

Mayday

Solo dopo aver letto anceh Mayday mi sono accorta che lo scrittore era lo stesso di Notte Fatale.
Mi sono piaciuti tutti e due di più però Notte fatale, che parla di un vero disastro aereo che ancora oggi non è stato risolto.
Nel libro naturalmente il finale c’è e è anche molto attuale…( e che io avevo sgamato già alla 20esima pagina, facendomi due calcoli!!!)
Il secondo, mayday, l’ho trovato più lento, ma piuttosto originale anche qui, in qualche modo, c’entrano gli zombie! 😉

la moglie dell'astronauta

Questo libro è basato sulla sceneggiatura cinematografica  del film di Rand Ravich.
Non mi ricordavo il film, tranne il fatto che Johnny Depp aveva dei capelli gialli paglierino da togliere il sonno…

cuori in tempesta

mi appartienei

Di questi due romanzi rosa, ehm, ecco… , vorrei proprio non parlarne.
Sono tutti uguali: le donne belle, giovani, vergini, che poi, alla prima botta, rimangono subito incinte e si sposano e vivono felici e contente; gli uomini belli fighi, mori, muscolosi, che hanno scopato lo scopabile, ma poi si innamorano dell’innocente uccellino e ci figliano come conigli.
Lo so il problema non sono loro che scrivono ste boiate, sono i che ogni tanto le leggo.

Il-simbolo-perduto

Non ce l’ho fatta!
Mi sono rotta le palle a pagina 30… anche se mi sono auto imposta di arrivare a pagina 50 prima di abbandonare un libro, qui non ce l’ho fatta. Io le storie di templari proprio non le reggo.
Secondo me il libro più brutto di Dan Brown, che normalmente ho sempre apprezzato.

shadowhunters 1

… E che non lo leggevo? sul treno tutte le ragazzine lo leggono.
o lui o uno degli altri 6 libri.
Io mi sono fermata al primo, integrandolo anche con il film, bè, giustamente è un libro per ragazzine.
Il primo me lo sono divorato, il secondo sono rimasta fissa a pagina 30… a quel punto sono andata a leggermi su wikipedia tutti e gli altri libri. Troppo ingarbugliati e troppi personaggi.
Per giovani con menti ricche di sinapsi: non per me.

Revival

Che dire di King?
Lui, e tutti i ghostwriter, scrivono benissimo, è sempre un piacere leggere qualcosa di loro!! 🙂
Questo libro è stato lineare fino a 30 pagine dalla fine, poi secondo me si è perso.
Non ho ben capito cosa sia successo, se io che mi sono annoiata o se lui che ha cambiato qualcosa, ma come conclusione posso dire che non è dei suoi più riusciti libri… naturalmente sempre per il mio modestissimo parere.

PS: cliccate sulle copertine se volete saperne di più.
Ps del Ps: qui altri libri che ho letto in questi ultimi due anni… e ne mancano molti che mi sono dimenticata di recensire.

libri letti fino a Febbraio 2015
libri letti fino a Dicembre 2014
libri letti fino a Settembre 2014
libri letti fino a Luglio 2014
libri letti fino a Dicembre 2013